Archives for May 2013

Informazioni utili: pranzi, parcheggi, live tweet (e un ebook in regalo)

Alcuni dettagli pratici che potrebbero essere utili a chi sta arrivando a Trieste per State of the Net 2013.

Come arrivare, dove parcheggiare: se arrivi in treno, esci dalla stazione di Trieste Centrale e prosegui dritto per Corso Cavour (mappa): in 5 minuti troverai alla tua destra il Molo IV, sede della conferenza, debitamente segnalata. Se arrivi in auto, proprio accanto al luogo in cui si tiene la conferenza c’è un vasto parcheggio a pagamento (segui le indicazioni per “Molo 4”): è comodo e relativamente economico rispetto ad altre soluzioni, ma tende a riempirsi in fretta nel corso della mattinata. In alternativa considera i parcheggi in struttura Silos (accanto alla stazione ferroviaria) oForo Ulpiano (davanti al Tribunale). Nell’area delle Rive, il lungo mare su cui si affaccia il centro città a cominciare proprio dal Molo IV, si trovano molti parcheggi a tempo con parcometro.

Ritiro badge e registrazioni: i partecipanti registrati troveranno all’ingresso il loro badge personalizzato. La reception apre alle 8 e consigliamo a tutti di prendersi per tempo, visto l’alto afflusso previsto soprattutto venerdì mattina. La conferenza inizia alle 9. Chi non è registrato potrà farlo alla reception venerdì e sabato, salvo esaurimento dei posti disponibili.

Pranzi di venerdì e sabato: per favorire l’incontro tra i partecipanti e rendere meno dispersivo il momento del pranzo, abbiamo previsto un buffet convenzionato all’interno dei locali del Molo IV. Per chi desidera partecipare, il pasto avrà un costo fisso di 12 euro, bibite escluse.

Live streaming e live twitting: tutti gli incontri di State of the Net 2013 saranno trasmessi in diretta web da Telecom Italia e su questo sito. L’hashtag che vi invitiamo a utilizzare per parlare della conferenza sui social network è #sotn13. Accanto al nostro consueto profilo su Twitter, abbiamo inoltre predisposto un canale speciale (@sotn_live) nel quale pubblicheremo in tempo reale sintesi di ciò che viene detto sul palco della conferenza. Ricordiamo che, almeno in tutti i casi in cui interviene un relatore non italiano, keynote e conversazioni si svolgeranno in inglese; non è prevista traduzione simultanea.

Apogeo regala un ebook: la casa editrice Apogeo ha deciso di regalare a tutti i partecipanti a State of the Net 2013 un ebook della sua collana di libri in formato solo digitale Sushi. Chi si è registrato nei giorni scorsi alla conferenza ha già ricevuto un messaggio contenente le istruzioni per ritirare il proprio omaggio. Chi, pur essendosi registrato, non avesse ricevuto le indicazioni e chi si registrerà venerdì e sabato durante la conferenza troverà al Molo IV un incaricato della casa editrice a cui rivolgersi.

Howard Rheingold a State of the Net 2013

howard-rheingoldUna sorpresa dell’ultimo minuto per i partecipanti a State of the Net 2013: nel corso della prima giornata della conferenza, infatti, avremo ospite in collegamento dalla sua casa in California Howard Rheingold, uno dei più eclettici studiosi dell’impatto sociale delle nuove tecnologie

Howard Rheingold sarà intervistato da Luca De Biase alle 18 di venerdì 31 maggio, in chiusura di programma.

Studioso di psicologia della conoscenza e affascinato dalla mente umana, Rheingold è stato uno dei primi ad analizzare l’uso dei computer come amplificatore della mente e dei network come estensione della socialità umana. I suoi saggi hanno puntualmente anticipato la consapevolezza dell’epoca. Con Tools for Though (1984) riscrive storia e prospettive dei personal computer proponendoli non tanto come strumenti di calcolo, ma come strumenti di supporto al pensiero. In Virtual Reality (1991) racconta i primi passi nella realtà virtuale.

Dall’esperienza dentro i primi sistemi di conferenze online che facilitavano l’aggregazione delle persone e l’interazione fra le competenze, ben prima che nascesse il web, vede la luce Virtual Reality (1993), un libro che ha segnato un’epoca, lasciando intravedere gli sviluppi sociali, economici e politici della socialità online.

Negli anni del boom di internet, Rheingold contribuisce a dar vita a siti sperimentali che provano a reinventare architetture, contenuti e sensibilità del web, come HotWired e Electric Minds. Nel 2002 racconta le sue comunità virtuali alla prova delle connessioni always on. Nasce così il suo libro forse più celebre, Smart Mobs.

Nel suo libro più recente, Perché la rete ci rende intelligenti (Net Smart, 2013), Rheingold si interroga infine sulla trasformazione di massa delle nostre attitudini di cittadini e consumatori, mettendo a fuoco le abilità fondamentali richieste a chiunque utilizzi la rete per socializzare, per informarsi e per lavorare.




A SotN13 con Feathr, l’app che sostituisce i biglietti da visita

feathr-210In prima assoluta per l’Italia, a State of the Net 2013 debutta Feathr, un’applicazione per smartphone Apple e Android con cui diventa molto più facile e veloce gestire e organizzare i contatti sociali a cui si è esposti durante una conferenza come la nostra. Versione evoluta e aggiornata del classico biglietto da visita, Feathr permette di consultare la lista dei partecipanti a una conferenza, tenere traccia delle persone più interessanti, connettersi ai loro profili su Twitter o mandare messaggi, senza mai lasciare l’applicazione. Fa poche cose, le fa bene e fa risparmiare tempo e attenzione.


COME FUNZIONA Usala per ricordarti di tutte le persone speciali che incontrerai a Trieste, venerdì e sabato prossimi. Preparati fin d’ora:

  • scarica Feathr dall’App Store, se hai un iPhone, oppure da Google Play, se hai un dispositivo Android;
  • dopo aver lanciato l’applicazione, ti viene richiesto di registrarti con il tuo profilo LinkedIn, il social network per la condivisione di profili professionali;
  • una volta entrato nell’applicazione, vieni invitato a iscriverti al tuo primo evento: clicca il tasto “+” in alto a destra;
  • nella lista degli eventi futuri, cerca State of the Net e selezionalo (confermando la scelta alla richiesta del pop up successivo);
  • feathr_schedaa questo punto, il tuo profilo compare automaticamente nella lista dei partecipanti a State of the Net;
  • nel menu dell’evento è possibile consultare alcune informazioni sulla conferenza, il programma, la lista di tutte le persone registrate e quella degli sponsor;
  • per essere sicuro di trarre il massimo dall’applicazione, completa la tua scheda personale con il tuo nome utente di Twitter, la tua email e, se credi, il tuo numero di telefono (Edit my card);
  • ogni volta che vorrai approfondire la conoscenza di un partecipante o di un relatore che hai trovato interessante, cerca il suo nome nella lista e decidi se iscriverti ai suoi aggiornamenti su Twitter, se chiedergli il contatto su LinkedIn o se mandargli un’email. Puoi anche creare una lista delle persone da tener presente (Remember) e decidere in un secondo momento come interagire con loro, così come prendere appunti a margine di ogni scheda personale.
  • se su iPhone non riesci a personalizzare la tua scheda personale con l’indirizzo del tuo profilo Twitter, vai in Impostazioni, Twitter, Consenti a queste app di usare il tuo account e lì attiva Feathr.



NOTA BENE  Nel rispetto della privacy di chi si è registrato a State of the Net, noi non possiamo caricare automaticamente la lista gli iscritti su Feathr. È dunque necessario che, chi lo desidera, si registri spontaneamente sia all’applicazione che all’evento State of the Net contenuto al suo interno. Feathr sarà tanto più utile quanto numerosi saranno i partecipanti che la utilizzeranno nei prossimi giorni.


DA DOVE VIENE?  Feathr è una start up con sede presso l’Innovation Hub dell’Università della Florida, negli Stati Uniti. La versione 2.0 dell’applicazione è stata lanciata all’inizio del mese di maggio. L’idea è venuta nel 2011 a due studenti dell’università, Aidan Augustin e Neal Ormsbee. Oggi la società, che ha ricevuto 150.000 dollari di investimento da un fondo della Silicon Valley, conta sette sviluppatori, tutti tra i 21 e i 24 anni.

SotN Room, i progetti dei partner in mostra

Tra le novità di State of the Net 2013 c’è anche la SotN Room. Alcune aziende ed enti partner hanno scelto State of the Net e la nostra grande e qualificata comunità per presentare progetti e proposte connesse all’evoluzione della rete.

La SotN Room, che si trova nella location di State of the Net al Molo IV, ospiterà due spazi di incontro. Per scoprire i contenuti degli incontri puoi seguire i link:

  • Venerdì 31 maggio, ore 16
    Gruppo Pragma: Informazioni intelligenti: dialogare per vivere meglio con la complessità
  • Sabato 1° giugno, ore 9.50
    Ditedi: Tre case history dal Distretto delle tecnologie digitali

Alessandro Colafranceschi

alessandro-colafranceschiAlessandro Colafranceschi è Global Head of Online & Mobile Banking di UniCredit Group.

Ha cominciato la sua carriera in Birra Peroni Industriale, dove ha lavorato dal 1992 al 2000. Nel 1996 è stato nominato Country Manager per il Regno Unito, a capo della società controllata con sede a Londra. Nel 2000 lascia il settore dei beni di largo consumo ed entra in Kataweb, l’internet company del gruppo editoriale L’Espresso, dove diventa responsabile dell’ecommerce e della pubblicità.

Nel 2002 è entrato in Vivacity, internet company di UniCredit Banca, come direttore commerciale e marketing. Nel 2004, a capo dell’Online Banking, diventa responsabile dello sviluppo dell’e-retail banking e del trading online di UniCredit, e dello sviluppo di siti web e dei servizi bancari online e mobile di Banca di Roma e Banco di Sicilia. Oggi è Senior Vice President con responsabilità globale per l’Online Banking e il settore Mobile all’interno del Gruppo UniCredit.

Laureato in economia e business administration all’Università La Sapienza di Roma, si è poi specializzato come dottore commercialista.

Tullio Zorzet

tullio-zorzetTullio Zorzet è dal 1990 è primo violoncello nell’Orchestra del Teatro Giuseppe Verdi di Trieste, dove ha suonato sotto la direzione di importanti direttori d’orchestra quali Neville Marriner, Gary Bertini, Daniel Oren, Donato Renzetti.

Zorzet si è diplomato al Conservatorio G. Tartini di Trieste sotto la guida del Maestro Libero Lana, già violoncellista del celebre Trio di Trieste, perfezionandosi poi alla Scuola di Saluzzo, con Rocco Filippini e Angelo Stefanato per la musica da Camera.

Ha effettuato registrazioni per la Rai, per la Radio Slovena e nel settore discografico per l’Etichetta tedesca Antes-Bella Musica. Si esibisce spesso in veste di solista e in vari gruppi da camera.

David Licursi

david-licursi

David Licursi è responsabile dello sviluppo reti di Insiel.

Insiel è la società in house della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: sviluppa software per la pubblica amministrazione, esercisce la rete della pubblica amministrazione regionale e, dal 2009, la progetta e la realizza.

Dal 2004, Licursi è incaricato della progettazione e realizzazione della rete della pubblica amministrazione nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Si è occupato inoltre di modelli di business per la partnership pubblico privato nelle telecomunicazioni, dedicandosi poi alla redazione del programma regionale Ermes ( Excellent Region in a Multimedia European Society) per lo sviluppo della banda larga sul territorio regionale.

Licursi è docente di reti di telecomunicazioni presso l’Università degli Studi di Udine.

Ultime ore per registrarsi

registrazioni

Le registrazioni a State of the Net 2013 chiuderanno domani, martedì 28 maggio, alle 13. Mancano dunque soltanto poche ore per assicurarsi la possibilità di partecipare alla due giorni di Trieste dedicata alle implicazioni della rete sull’economia e sulla società e per avere il badge personalizzato.

La registrazione è gratuita, ma ci aiuta a organizzare al meglio la conferenza e a rendere più semplice l’accesso al Molo IV. Sono quasi 800 le persone che si sono già iscritte, affrettati.

Iscriviti ora, se non l’hai ancora fatto.

Daniele Bernardi

daniele-bernardiDaniele Bernardi è Solutions Engineer per Facebook. Collabora con aziende e startup in tutta Europa per integrare Facebook nei loro prodotti. Lavora tra Londra, Menlo Park e Milano per coltivare soluzioni che possano trasformare il panorama tecnologico italiano.

Giovanni Iodice

giovanni-iodiceGiovanni Iodice è responsabile di Corporate Projects & Events del Gruppo Telecom Italia, nel quale lavora dal 2000.

Nel suo attuale incarico sviluppa progetti di comunicazione ed eventi istituzionali, mettendo a valore l’integrazione tra le competenze, le risorse e l’identità di Telecom Italia e quelle di partner che permettono di raggiungere il grande pubblico ponendo sempre la rete come elemento centrale.

Nel corso degli anni ha ricoperto diversi incarichi come Senior Communication & Program Manager, con considerevole esperienza in Marketing & New Service Creation in ambito Telco ed ICT e nella Comunicazione Innovativa in ambito Web, New & Social Media, coordinando piani d’intervento per lo sviluppo di nuovi servizi e progetti d’ambito digital del gruppo, oltre ad essere stato coordinatore del progetto Working Capital.

È nato a Napoli, dove si è laureato in ingegneria ed è Project Manager Certificato (PMP) dal Project Management Institute di Newtown Township, USA.