Trieste, June 14-15 • #sotn18 • consequences

We are happy to announce that State of the Net will be held again in 2018 in Trieste, on June 14th and 15th.

The keyword for our keynotes and conversations this year will be consequences.

Some of the tracks that we plan to cover this year are around these topics:

Consequences on society: how things are usually more complex than they seem (think about these days news about Facebook and Cambridge Analytica), how everything will move forward regardless, how citizens and organisations need to be aware of the consequences of their choices.

Consequences on infrastructure: from transportation to logistics to healthcare to data management, along with new and exciting capabilities, technology is introducing a number of new challenges.

Consequences on business: starting, growing and running businesses is becoming increasingly more demanding, companies are using new tools not only to design their products, but to design their own future businesses.

Consequences on culture: a mainstream media diet is changing the way we approach and consume books, movies, TV and news, often with unforeseen consequences.

You can register free now, we look forward to seeing you in Trieste next June.

 

AREA Science Park partners with SOTN 2014

As part of the conference, the Trieste science park organizes a match-making event with ICT researchers and entrepreneurs

Trieste, 26 February – The State of the Net international conference and Trieste’s AREA Science Park signed a partnership for the 2014 conference that will be held in Trieste from 12 to 14 June.

State of the Net, whose fourth edition aims to broaden the event’s international scope, will host on 12 June “ICT4inclusion”, a brokerage event promoted by AREA Science Park in its capacity as a partner of the Enterprise Europe Network.

[Read more…]

Vincenzo Cosenza

A State of the Net Vincenzo Cosenza è l’uomo dei numeri per antonomasia. La sua capacità di sintesi e di isolamento delle tendenze, abbinata alle potenzialità della rete nella rappresentazione della complessità contemporanea, rende i suoi interventi un’opportunità straordinaria per riflettere sul rapporto tra la società e la tecnologia.

Vincenzo Cosenza è social media strategist e responsabile della sede romana di BlogMeter. In precedenza era stato responsabile di DigitalPR Roma (Hill+Knowlton), dove si è specializzato nelle nuove forme di comunicazione aziendale e di monitoraggio delle conversazioni in rete. I primi passi nel mondo delle relazioni pubbliche li ha percorsi in Microsoft.

Di comunicazione aziendale e monitoraggio delle conversazioni online riflette anche sul suo blog Vincos.it. È inoltre l’autore del primo Osservatorio Facebook italiano e della Mappa mondiale dei Social Network. I suoi studi sui social network sono stati ospitati anche su prestigiose testate internazionali come NewsweekLe Monde e The Economist. Cosenza collabora inoltre con Nòva (Il Sole 24 Ore), Panorama Economy, Corriere.it, Repubblica.it, Wired.it e Che futuro!. Ha tradotto in italiano La Bibbia del Marketing su Facebook e ha scritto i saggi La società dei dati (40k, 2012) e Social media ROI (Apogeo, 2012).

Vincenzo Cosenza è laureato in Economia e commercio e ha ottenuto un master in Management dell’innovazione presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.





Gigi Tagliapietra

Il suo keynote show del 2012 è stato uno dei momenti più emozionanti della conferenza: un parallelo tra informatica e musica, per spiegare il salto di astrazione richiesto dal cloud computing attraverso la musica rivoluzionaria di Claude Debussy. Nel 2013 Gigi Tagliapietra torna sul palco di State of the Net con un nuovo show che fonderà insieme bit, note e complessità.

Gigi Tagliapietra è stato per trent’anni imprenditore nel settore delle tecnologie innovative con una specifica competenza professionale nelle reti di computer e nella sicurezza informatica. Ha realizzato importanti progetti di networking per grandi aziende italiane e multinazionali e svolge attività di consulenza nel riposizionamento strategico e nell’innovazione.

Dal gennaio 2005 è Presidente del CLUSIT Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, la più autorevole organizzazione di questo tipo in Italia, ha partecipato al gruppo di lavoro sulla security awareness di ENISA, l’agenzia Europea per le reti e la sicurezza e alla stesura del capitolo “sicurezza” per l’Agenda Digitale italiana.

È stato uno dei pionieri dell’informatica civica ed è oggi un attivo blogger con una profonda conoscenza delle reti sociali e del loro impatto sulla società. Su suo progetto la città di Flemington (New Jersey) ha realizzato la prima mediateca statunitense, realizzata per offrire accesso alla tecnologia e ai nuovi sistemi di apprendimento per la contea di Hunderton.

In collaborazione con due famosi illustratori per l’infanzia ha scritto un libro per spiegare la sicurezza informatica ai bambini pubblicato dall’editore Fatatrac di Firenze ed è stato tra i promotori della prima Carta dei diritti dei bambini in rete.

Grande appassionato di musica ha intrapreso lo studio del violoncello e collabora attivamente con un’associazione no-profit per l’insegnamento della musica per la quale cura lo sviluppo organizzativo ed è membro del Consiglio di Amministrazione della cooperativa di professionisti dello spettacolo Doc Servizi.

Sposato e con due figli vive tra il lago di Garda e la Pusteria.


Adriana Lukas

Adriana LukasAdriana Lukas è la promotrice del London Quantified Self meetup group, un’organizzazione informale che riunisce le esperienze di quanti utilizzano strumenti e metodi di auto-monitoraggio personale per acquisire maggiori conoscenze su se stessi, gli altri e il mondo che li circonda.

Ha fondato, inoltre, il Vrm Hub londinese, comunità di ricerca e sperimentazione che promuove la diffusione di soluzioni per premettere ai consumatori di gestire in modo efficace le proprie relazioni con i produttori. Dall’incrocio tra Quantified Self e Vrm prende spunto anche Mine!, un progetto open source per la gestione attiva dei dati personali e della loro circolazione secondo le necessità e le prefenze individuali.

Più in generale, Adriana Lukas è un’esperta di comunicazione e di integrazione dei social media in ambito aziendale. Ha lavorato come consulenti per multinazionali in Europa e negli Stati Uniti, favorendo l’introduzione di pratiche e tecnologie che stimolassero l’innovazione attraverso la valorizzazione della collaborazione e della creatività. Della contrapposizione tra approccio gerarchico e network ha parlato anche nel suo keynote a State of the Net 2012.

Il Parallelepipedo a Trieste

Gli ospiti di State of the Net troveranno una curiosa sorpresa al Magazzino 26: un’installazione del Parallelepipedo disegnato da Alfred de Locatelli e realizzato da Fabbro Arredi.

Sandro Fabbro, seconda generazione alla guida dell’azienda, ha scelto una via inconsueta per trasmettere l’essenza del proprio lavoro avviando una collaborazione con Alfred de Locatelli, eclettico artista che insegna all’Accademia d’Arte di Brera e che espone in tutta Europa.

Lo scorso anno questa sinergia portò alla nascita dell’installazione “Il suonatore di parallelepipedi”, costruita intorno a un albero per esprimere simbolicamente forza e bellezza.

Il Parallelepipedo è stato anche un punto di attrazione della recente Settimana della cultura 2012 a Udine (a Palazzo Morpurgo), sotto il patrocinio del Comune e dei Civici Musei.

Dopo Udine e le tante apparizioni fra i boschi del Friuli o le spiagge di Lignano, ora il Parallelepipedo è pronto a confrontarsi con nuove situazioni, come accadrà al Magazzino 26.

Fabbro Arredi è a Magnano in Riviera, una falegnameria artigiana che da oltre 50 anni produce arredi su misura di alta qualità per abitazioni, alberghi, comunità, negozi, uffici e tende quotidianamente all’eccellenza; opera in Italia, Usa, India, Turchia, Svizzera, Austria e Dubai.

Marko Rakar

Marko Rakar è il Chief Executive Manager della società di consulenza MRAK services ltd.

Marko ha una lunga esperienza nell’ambito dei media, e combina la sua conoscenza del settore con l’innovazione tecnologica, essendo stato tra l’altro tra i primi ad usare la rete in Croazia.

È un affermato consulente e formatore nel campo dell’organizzazione, di Internet, i new media e la politica. Ha gestito diverse campagne elettorali di successo per partiti nazionali e candidati indipendenti sia a livello presidenziale che parlamentare e municipale.

La sua specialità sono i nuovi media e i media sociali, nonché la trasparenza dei dati.

Marko ha studiato filosfia e scienze dell’informazione all’Università di Zagabria, e scrive regolarmente su diverse pubblicazioni in Croazia e nel resto d’Europa.

Marko è stato premiato dal World eGovernment Forum come uno dei “Top 10 who are changing the world of politics on the internet”, ed è member of the board di EAPC (European association of political consultants) e di IAPC (International association of political consultants).

Luca Colombo

Luca Colombo è Country Manager di Facebook Italia dal novembre 2010 e guida un team tutto italiano, basato a Milano, responsabile della pianificazione e della gestione delle attività per il nostro mercato. Con più di 901 milioni di utenti attivi a livello mondiale, di cui oltre 21 milioni nel nostro paese, Facebook è diventato uno strumento di marketing unico per comunicare in modo semplice e diretto con target specifici e elevare il livello di coinvolgimento con gli utenti.

Colombo ha lavorato in Microsoft, dove ha ricoperto il ruolo di Direttore Marketing per tutta la divisione Online e, successivamente, di Consumer & Online Marketing Officer di Microsoft Italia, sviluppando le strategie e le attività rivolte ad ampliare l’utilizzo dei servizi online e l’adozione di prodotti quali Windows e Windows Phone. Prima di questo ruolo aveva assunto la carica di Sales Advertising Director della divisione Consumer & Online.

In precedenza, ha lavorato in Mondadori Informatica Education come Business Development Manager.
Luca Colombo si è laureato in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Milano, è sposato e ha due figli. È un grande appassionato di basket, running e di viaggi, oltre che di tecnologia e, ovviamente, di media online.

Antonio Pavolini

Antonio Pavolini lavora da oltre 16 anni nel settore dei media.

Dopo una serie di esperienze nella comunicazione istituzionale, prima in agenzia (Burson-Marsteller, Brodeur) e poi in azienda (Saritel), dal 2009 si è occupato, nell’ambito della funzione Strategy del Gruppo Telecom Italia, dell’analisi degli scenari e dell’elaborazione delle strategie nella Media Industry.

A partire dal 2011, nell’ambito della funzione Innovazione, si occupa di valutare potenziali partnership con start-up impegnate in progetti di creazione e distribuzione di contenuti multimediali. Fa inoltre parte del Teaching Committee del Master Universitario in Marketing Management (MUMM) della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università “La Sapienza” di Roma”.

Molti dei temi da lui seguiti sono anche stati oggetto di trasmissioni radiofoniche (come “Proxy Bar” andata in onda nel 2008-2009 e la già citata “Conversational“, in onda su Radio Popolare Roma nel 2010-2011) e naturalmente del suo blog personale: www.conversational.it.

Paolo Marenzoni

Nato nel 1968, è laureato in Fisica e ha conseguito il Dottorato in Ingegneria dell’Informazione presso l’Università di Parma nel 1996.

Ha tenuto per due anni corsi di Sistemi Operativi presso la facoltà di Ingnegneria dell’Università di Parma. Ha oltre venti pubblicazioni su importanti riviste tecniche e scientifiche a livello internazionale di Cromodinamica Quantistica su reticolo, Meccanica Statistica, Reti di Petri e calcolo parallelo.

Ha quindi lavorato presso importanti aziende IT occupandosi della progettazione e sviluppo di progetti software per sistemi di home banking e trading online presso primarie banche italiane. Nel gennaio 2001 ha fondato la Mimesi s.r.l. diventata nel corso di pochi anni la quarta agenzia italiana di rassegne stampa. Mimesi ha sviluppato uno dei più avanzati sistemi per la realizzazione completamente digitale di ritagli elettronici (e-clipping) dei giornali.

Nel 2009 ha contribuito alla costituzione della Image Building Digital s.r.l. di cui ora è il responsabile. Image Building Digital fornisce uno dei sistemi più avanzati di indagine della rete e dei social network, coniugando tecnologie avanzate proprietarie al supporto di consulenti per l’analisi dei trend, dei rumors e degli influenzatori sulla rete.